DESTINAZIONE DEL 5×1000

Buongiorno a tutti.

Da quest’anno è possibile (per chi volesse), versare il 5 per 1000 a Ororosa utilizzando il numero di codice: 03744610167.

E’ evidente a tutti che ci aspettano periodi difficili anche dal punto di vista economico; ogni piccolo aiuto è fondamentale.

Grazie a tutti

ASD OROROSA

5 DOMANDE AL NOSTRO PRESIDENTE PINO VENTRE

1) La prima domanda è di rito in questo momento: come stai ? 

Sto bene grazie. Non sono stato vittima del virus (almeno penso) ma questa esperienza mi ha fortemente segnato nello spirito. Ho perso alcune certezze sul futuro e ho ripensato al mio modo di vivere.  Ho sofferto molto la mancanza di relazioni umane, il piacere  di stare con gli amici, di vedere una partita di basket, di mangiare una pizza in compagnia

2) E Ororosa “come sta” ?

Il mondo Ororosa per me è fatto essenzialmente delle ragazze che giocano basket e da tutto lo staff che le guida. Ho seguito tutti attraverso mail, messaggi e, soprattutto sui social. Mi sembra che la passione per il basket delle nostre ragazze, dei nostri tecnici e del direttivo non sia venuto meno e pertanto direi che Ororosa sta molto bene.

3) Sappiamo che lo Staff dirigenziale si è incontrato più volte in queste settimane per una valutazione della situazione. Ci sono novità ?

Sì, ci siamo incontrati più volte in videoconferenza e abbiamo affrontato i problemi della stagione interrotta improvvisamente, pensando alla ripartenza.  Abbiamo costruito negli anni una società sportiva che è diventata un riferimento a livello nazionale per il basket giovanile femminile e abbandonare quello che è stato realizzato sarebbe stato troppo doloroso. Siamo quindi partiti dall’unica nostra certezza, “dobbiamo andare avanti”. Forti di questa volontà abbiamo avuto la conferma che le società femminili di riferimento, Edelweiss Albino, Don Colleoni di Trescore e Casigasa di Parre intendono ancora accompagnarci nel progetto, così come alcuni sponsor hanno inteso seguirci anche per la prossima stagione sportiva.

Ma, fatto decisivo è stata l’accettazione di Monica Stazzonelli di continuare ad essere il nostro direttore tecnico ed allenatrice di alcuni gruppi.

Ripartiremo quindi come per lo scorso anno con dieci squadre ai nastri di partenza, consapevoli che sarà più difficile degli scorsi anni.

Abbiamo anche deciso di non poter riprendere oggi attività in palestra, per l’indisponibilità (in gran parte), delle stesse, delle difficoltà ad organizzare l’attività sportiva seguendo i protocolli sanitari vigenti e dell’ormai troppo avanzata stagione.

4) Come vedi il futuro del Basket femminile ?

Perdonatemi la battuta, ma lo vedo “Rosa”.

Negli anni mi sono convinto che il mondo del basket femminile (ma non solo il basket) abbia la caparbietà e la forza di superare gli ostacoli molto meglio del maschile. E’ un mondo spesso trascurato ma è quello che ha dato, in Italia, le maggiori soddisfazioni sportive internazionali. Abbiamo inoltre il vantaggio, rispetto al maschile di aver già lavorato, negli anni, per la collaborazione tra società e realizzato progetti. Progetti figli sì di uno stato di necessità, ma che ci hanno rafforzato. Il mondo del basket maschile dovrà, a mio avviso, proprio ripartire da qui, con le conseguenti difficoltà che noi abbiamo già superato.

5) Come ultima domanda: che messaggio vuoi lasciare alle nostre atlete ?

Penso che le nostre ragazze abbiano tratto dall’esperienza vissuta in questi mesi molti insegnamenti, sicuramente guarderanno il futuro con occhi diversi. Apprezzeranno ancora di più il piacere di stare insieme e di fare squadra.

Voglio quindi lasciare alle ragazze il messaggio che ogni difficoltà, in campo e fuori dal campo, deve essere solo un’esperienza per migliorarsi e per mirare sempre più in alto (magari verso un canestro).

Un abbraccio a tutte!