U14 NERA: VITTORIA CON AZZANO E PRIMO POSTO IN CLASSIFICA !

Azzanese – Ororosa 39 – 80 (16 – 33)

Parziali : 11- 20, 5-13; 10- 20, 13-27 

Azzanese: Bresciani 15, Gherardi 8, Morè 5, Previtali 3, Merli 6, Baldi 2, Quintero, Bedini. All. Penna / Ghisleni

Ororosa Nera: Fossati 23, Manenti, Bagini, Lampe 8, Maggioni 8, Crippa 17, Carioli 10, Boniforti 2, Guerra, Poma 12 . All. Stazzonelli/DeleidI

 

Buona gara delle Oro che si presentano ad Azzano un po’ contratte, amicizia e affetto si mischiano in campo e ci vogliono alcuni minuti prima di capire che è solo una partita di basket.

Per le Oro è Poma ad aprire le danze che risponde alle iniziative di Bresciani sempre pericolosa con la palla in mano; Morè segna una tripla pesantissima mentre Fossati e Crippa trovano buone iniziative ma il canestro sembra stregato, il primo quarto ci vede in vantaggio 20 a 11 con tantissimi tiri aperti sbagliati e la sensazione di poter fare molto di più.

Nel secondo tempo è Fossati a trovare la retina mentre in difesa Guerra si sacrifica su Bresciani giocando un’ottima gara. La difesa Oro comincia a trovare le giuste misure tra pressione e contenimento, in attacco sono i punti prima di una positiva Lampe poi di Maggioni a siglare il 16 a 33 dell’intervallo.

Nella ripresa le Oro partono forte e finalmente si comincia a segnare, Crippa mostra tutto il suo repertorio con canestri da fuori e nel pitturato seguita da Fossati e da Poma. Azzano stringe i denti e nonostante la differenza fisica sia importante non molla nulla rendendo la partita bella e vivace.

Gli ultimi 10 minuti sono in gestione Oro, Carioli prende in mano il pallino del gioco segnando 9 punti nel quarto, Manenti e Maggioni sono su tutti i palloni e la partita viene archiviata con il risultato di 39 a 80.

Buone indicazioni per lo staff che nonostante le assenze di Penna, Monti e Morlotti  hanno potuto vedere grossi miglioramenti sia caratteriali che tecnici.

Dopo la partita tutte le ragazze hanno festeggiato in pizzeria dove era presente, come ospite d’onore, la giocatrice di serie A Elisa Penna.

Si ringrazia la società Azzanese per l’organizzazione e la calorosa ospitalità.

Brave ragazze avanti così!

 

Per vedere le immagini clicca qui: Continua a leggere “U14 NERA: VITTORIA CON AZZANO E PRIMO POSTO IN CLASSIFICA !”

U18 ALMENNO: VITTORIA A MANTOVA !

BASKET 2000 SAN GIORGIO – OROROSA 51 – 81

Parziali: 17-21, 14-18, 6-23, 14-19

OROROSA: Fortini, Bonfanti 2, Lego 17, Cantù 2, Caironi (K) 2, Agazzi 7, Zeduri 6, Giupponi, Davide 19, Nitri 14, Epis 2, Poku 10. All: Roncoroni – Salvi

Inizia la fase di ritorno per le ragazze Ororosa, che si godono la domenica mattina affrontando le fitte nebbie padane per arrivare a San Giorgio (Mantova).

Peccato per la prestazione alla guida sottotono di un Luchi Salvi ancora provato dai bagordi del party di compleanno della sera prima, e in versione “nonno con coppola”. Tuttavia le ragazze non si lasciano abbattere e volgono testa e cuore alla gara imminente, sperando che anche il buon Salvi ritrovi il suo proverbiale spirito competitivo in tempo per la sirena d’inizio.

Il primo quarto vede una partita equilibrata, con le Oro un po’ pasticcione e sprecone dalla linea della carità (solo Giulia Lego insacca i liberi con glaciale freddezza). La solfa prosegue nel secondo parziale, in cui le avversarie riescono a rimanere attaccate alla partita grazie a qualche imperdonabile regalo ospite e a un pizzico di aiuto dal fato (vedi triple di tabella segnate da oltre 9 metri). Com’è come non è, le bergamasche sembrano in difficoltà nel dare la spallata decisiva alla gara.

Dopo l’intervallo lungo però  le ragazze dimostrano di essere nettamente migliorate sotto l’aspetto mentale: laddove in precedenza si assisteva ad un crollo verticale (vedi le partite sprecate con Cremona, Vobarno e Del Chiese), oggi arriva una reazione perentoria. La difesa zon-press preparata nella ultime settimane porta i frutti sperati, e le Oro macinano punti su punti recuperando palloni e convertendoli cinicamente. Il risultato è un 6-23 di parziale che spacca la partita e spegne ogni velleità casalinga.

Nel quarto conclusivo Ororosa dilaga definitivamente, spinta dalle bombe di Davide e Agazzi e dalle incursioni in area di una Stefania Poku formato ninja. Chiude la gara un bel canestro di capitan Caironi, che distribuisce un paio di rasoiate alle avversarie ma riesce incredibilmente a non farsi espellere, con sommo stupore dei suoi coach. Raccoglie comunque la sua eredità una Benny Epis che litiga con ferro e referto infrangendo ogni record di velocità: 3 falli in 10 secondi, e un mesto viaggio di ritorno a subire i rimproveri di un moralizzante Luchi Salvi.

Prestazione convincente e incoraggiante, che apre nel modo giusto una seconda parte di stagione che dovrà necessariamente vedere questo gruppo più “cattivo” e concentrato. Le premesse ci sono tutte, ora tocca a noi.