U 18 ELITE: VITTORIA CONTRO BFM !

 

Ororosa – BFM  97 – 39 (50- 18)

Parziali: 29-8, 21-10; 24-13, 23 – 8

Ororosa: Luciano 5, Frosio 6, Lussignoli, Quaranta 2, Torri 23, Rizzo 14, Agazzi 16, Mazza 10, Peracchi 11, Della Corte 6, Testa 4. All. Stazzonelli/ Penna /Celeste

Bfm: Bozzoli 8, Piergiovanni 1, Ibbra 4, Di Cellia 10, Di Gesù 7, Dossi 4, Pilli, Sioli 2, Filiputti, Candemir 3. All. Bacchini

Note: Tiri liberi 11 /16.  Tiri da 3 p.t 4/17 (3 Torri, 1 Della Corte). Falli fatti 20, falli subiti 13. Rimbalzi 34 (7 Peracchi, 5 Torri, 5 Agazzi). Palle recuperate 28 (7 Agazzi. 4 Luciano). Palle Perse 7.  Assist 10 (3 Testa, 3 Agazzi). Stoppate D. 3 (1 Peracchi, 1 Frosio, 1 Torri).

Partita senza storia quella disputata tra le Oro e basket femminile Milano.

Le padrone di casa partono forte con Peracchi e Luciano subito a referto; la difesa è attenta e aggressiva con il passare dei minuti la partita diventa un monologo. con le ospiti che faticano a trovare punti, mentre le Oro sono precise e agressive.

Nella ripresa è Torri a mettersi in evidenza con 3 triple in pochi minuti che tolgono certezza alla difesa a zona proposta da Milano.

Si chiude la gara con una netta vittoria ma ora testa alla prossima importante gara contro Vittuone.

Forza Oro avanti così!

 

UNA SERATA IMPORTANTE

 

Grande serata sabato scorso al Palazzetto di Torre Boldone, organizzata dalla società EDELWEISSFASSI, per la presentazione del progetto del nuovo impianto sportivo che verrà realizzato ad Albino e per la partita di A2 con Basket Sarcedo conclusasi con una grande vittoria delle nostre cugine.

Nell’intervallo della gara c’è stata la presentazione di tutte le squadre Ororosa. Sicuramente   emozionante  vedere tutte le nostre ragazze schierate in campo in una cornice di pubblico favolosa e di un palazzetto gremito in ogni posto disponibile.

Una grande  occasione per evidenziare i grandi passi avanti che il basket femminile ha fatto nella nostra provincia: oggi contiamo 135 ragazze che in Ororosa militano in tutti i campionati dall’U14 all’A2

Un ringraziamento particolare alla Presidente dell’EDELWEISSFASSI  Graziella Morandi e a Fulvio Birolini per averci invitato a questo evento.

***  ***  ***

Di seguito riportiamo gli interventi che il nostro presidente  Pino Ventre e il  General Manager Gaetano Luciano hanno fatto nel corso della serata.

Storie di successo !

Ororosa e l’iniziativa “sport bonus” degli imprenditori che hanno inteso contribuire alla realizzazione del nuovo palazzetto, sono entrambe storie di successo in quanto entrambe nate dalla collaborazione di più parti, da un lato da società sportive, dall’altro da Enti pubblici ed Imprenditori. Entrambe le iniziative non avrebbero probabilmente preso luce se non avessero avuto quale protagonista una persona che sa “aggregare”, Fulvio Birolini.
In merito all’iniziativa del nuovo palazzetto di Albino, se rientra nei compiti degli Enti Locali realizzare opere pubbliche per la comunità lo stesso non si può dire per gli imprenditori. Solo imprenditori “illuminati” decidono di dare importanti contributi alla comunità di riferimento.
Il nuovo palazzetto sarà una nuova “casa” anche per le ragazze di Ororosa e ci aiuterà a migliorare il nostro progetto sportivo per le giovani atlete.

Pino Ventr

Una stagione da DIECI !

Quando mi è stato chiesto di scrivere un articolo sulla stagione 2019/2020 di OROROSA ho pensato subito a questo titolo. Sono infatti DIECI le squadre targate OROROSA che partecipano in questa stagione ai campionati organizzati dalla Federazione Italiana Pallacanestro. Quattro le Under 18, oltre alla 18 Élite le tre le under 18 regionali di Trescore, Bergamo e Almenno. Quattro anche le Under 16,  oltre alla 16 Élite le tre under 16 di Albino, Bergamo e la squadra allestita in collaborazione con Azzanese Basket. Infine le piccole delle due Under 14 di Bergamo.
DIECI sono anche i tecnici che lavorano assiduamente in palestra, sotto la guida del Direttore Tecnico Monica Stazzonelli.
Restando in tema di numeri anche quest’anno continua la crescita imponente delle nostre tesserate. In questa stagione sono 132 le ragazze che giocano all’interno del progetto OROROSA.
Tutti numeri che danno grande soddisfazione e testimoniano la qualità del lavoro fatto in questi anni da parte di dirigenti e allenatori per portare OROROSA a essere un punto di riferimento del basket femminile lombardo e nazionale.
Un ringraziamento va certamente ai genitori, che supportano sempre con il loro fondamentale impegno, oltre che ai nostri preziosi sponsor OMP, Ovet, SCAME e Scorpion Bay.
Guardando avanti la nuova sfida è crescere anche da un punto di vista organizzativo, per gestire al meglio quella che ormai è diventata una piccola azienda, oltre a continuare ad aumentare le collaborazioni con le società maschili.
Certamente da parte di tutti l’impegno sarà massimo, ricordando sempre quello che è l’obiettivo principale progetto OROROSA: permettere a tutte le ragazze bergamasche che amano la pallacanestro di migliorarsi per riuscire ad esprimere al massimo il loro potenziale, arrivando alla fine del percorso giovanile a giocare al massimo livello possibile, qualunque esso sia, dalla Promozione alla Serie A1.
Buon 2020 a tutti e Forza OROROSA!

Gaetano Luciano

Per vedere alcune immagini clicca qui: Continua a leggere “UNA SERATA IMPORTANTE”

U18 VINCE A CREMONA

CREMONESE – OROROSA  50 – 62

Cremonese: Mottarozzi 3, Trovati 2, Grandi, Pisaroni 2, Rodini, Celli 37, Federici 4, Carrasquili, Bentivoglio 2,Viarengo, Soldi, Vivian. All. Antoniazzi

Ororosa: Carrara, Ferrari 5, Galbuseri 12, Alessi 7,Abbiati 3, Rota 8, Bassani 16, Bracaccini G. 3, Bracaccini A. 1, Forese 1, Russo. All. Celeste

8^ partita di campionato per le nostre U18 R Mix impegnate in trasferta a Cremona.

L’avvio del 1° quarto è lento da entrambe le squadre, si fatica a creare gioco e a partire in contropiede, ma con il passare dei minuti le ragazze riescono ad ingranare la marcia, a mettere più mordente in difesa e a creare gioco di squadra. Il primo quarto si chiude in vantaggio per le Oro di +4.

Nel 2° periodo le Oro faticano a contenere la furia Celli (classe 2001) che segna anche dagli spogliatoi, 37 punti, ma comunque con caparbietà le ragazze incrementano il vantaggio +8.

Dopo il periodo lungo l’allenatore Antoniazzi, per mettere in difficoltà le Oro, essendo squadra giovane, tenta la carta ZONA 2-3, ma le ragazze riescono a prendere subito le misure, rubando palloni, correndo in contropiede e creando belle giocate su difesa schierata. Il terzo quarto si chiude in vantaggio di 14.

L’ultimo periodo è sotto  controllo delle ragazze oro che riescono a mantenere il vantaggio e a chiudere la partita 50 a 62.

Brave Brave Brave…….. avanti così….

1….2….3  SPRIZZA!!!

U 14 BIANCA SCONFITTA DA AZZANESE

Possiamo tranquillamente dire che la ripresa di campionato per l’under 14 bianco non è stata sicuramente di quelle da ricordare negli almanacchi della pallacanestro femminile: il divario tecnico con la forte Azzanese di coach Jessica in questo momento è un ostacolo troppo grande da superare per le nostre ragazze.

Ma aldilà di questo il rammarico più evidente è non vedere del sano agonismo in alcune delle atlete Ororosa: non è accettabile vedere le avversarie buttarsi letteralmente su una palla vagante e noi impassibili in attesa di un improbabile colpo di fortuna che ci faccia arrivare in mano la sfera cestistica, tenendo conto che il punteggio ci vedeva soccombere NOI avremmo dovuto lottare in ogni azione di gioco per cercare di rendere un pochino più appassionante la sfida. Ma così non è stato.

Concetti più volte rimarcati in allenamento che vengono sistematicamente azzerati quando ci troviamo di fronte una squadra che riteniamo superiore a noi !

Ma benedette fanciulle proprio perché non si ha nulla da perdere bisognerebbe buttarsi a capofitto in ogni situazione e cercare di cogliere il meglio che si riesce!

Adesso torniamo ad allenarci, cercando di capire gli errori che si commettono (spesso sempre gli stessi), con l’obiettivo di limitarne la ripetizione e con la consapevolezza che si può/deve migliorare il nostro modo di stare in campo a cominciare dal desiderio di voler lottare su ogni pallone disponibile.

La pallacanestro così come la vita vanno vissuti intensamente, provando sempre a fare del nostro meglio per goderci appieno entrambe le situazioni.
Vi aspettiamo in palestra.

LE GREENS COMPLETANO LA COLLEZIONE

Il Pagnini di Savona era l ultimo dei majors che mancava nell’albo d’oro delle rappresentative lombarde.

Nato tre anni in memoria dell’indimenticato coach ligure fa andava a completare il poker dei tornei regionali dedicati alle giovani cestiste italiani. La Lombardia ha diversi successi nel Trofeo delle Regioni, bel Fabbri e nel Bulgheroni  ma mai si era aggiudicata il Trofeo ligure anche se la prima edizione non ci vide partecipare e lo scorso anno nella seconda fu terzo posto.

L’occasione, dopo la battaglia di sabato pomeriggio con le padrone di casa, era quindi ghiotta ma linizio della finale non e’ stato tra i piu’ semplici.

Il Piemonte e’ storicamente sempre stato in grado di crearci problemi viste le caratteristiche di tecnica e rapidita’ delle sue giocatrici. Tant’e’ che dopo un illusorio inizio, propiziato da una tripla di Tempia, la gara va completamente in mano alle sabaude. Dopo il 5-6 del 4’ minuto ecco scappar via le piemontesi che si portano sul 7-14 e ci vuole l’artiglieria pesante per rimediare grazie alle iniziative di Diakhoumpa, attiva nei rimbalzi difensivi, e l “enfant de pays” Serra che dall’alto del suo 1.90 e passa trova rimbalzi offensivi e punti che ci riportano sotto: 13-14 alla prima Sirena.

Insomma palle perse e qualche errore al tiro di troppo ci penalizzano ma con qualche rotazione coach Visconti rimette le cose a posto, stavolta Ernani Locatelli dalla lunetta ci prende (stoppando una serie iniziale di 0/5) ., cominciamo a mettere il naso avanti. Un aere importante viene da Saglio che entra in gas e ruba due palle fantastiche trasformandole in preziosi contropiedi che ci lanciano sul 20-14 verso meta’ tempo. Esprimiamo un basket gradevole fatto di dedizione difensiva sulle rapide avversarie che culmina con rimbalzi e palle recuperate ed in attacco facciamo canestro. Risultato un parziale di 14-1 santificato dalla seconda tripla di giornata di Virginia Tempia. Il tabellino all intervallo dice 34-18 con un 21-4 nel secondo quarto veramente soddisfacente per lo staff.

Dopo l intervallo ci spaventiamo un po’ per la tripla della brava Frandino, veramente armonica nei movimenti di tiro, ma il duo costese Rotta/Serra ci mette una pezza e ci mantiene a distanza di sicurezza (41-23 al 26’). Sembriamo in una botte di ferro ma la suddetta Frandino si “imbizzarisce” ulteriormente e ci piazza da sola un tennistico 6-0. Accusiamo un po’ e sembriamo impalarci combinando cose strane e a 2’ dalla terza sirena ci ritroviamo a una sola decina di punti di vantaggio prima che un esemplare arresto e tiro di Rotta con tanto di libero aggiuntivo rimetta le cose a posto per il 46-33 con cui iniziamo l’ultimo quarto.

Dobbiamo gestire unicamente i primi minuti (3-3) poi il Piemonte perde convinzione, il duo sestese Benedini/Resemini continua a recuperare palle e prendere rimbalzi, in cabina di regia ritroviamo Lussignoli (partita malino) e abbiamo ancora buone cose da Ernani, sotto lavorano bene le suddette lunghe e le mezze lunghe Frosio e Scalvini e anche la carugatese Marino ha il tempo di lasciare il segno sulla gara infilando un 3 su 3 al tiro che ci fa andare alla fine in carrozza. 66-48 il risultato finale  ed il poker e’ servito.

I tabellini:

Limbardia-Piemonte 66-48 (13-14 34-18 46-33)

Rotta (costa) 5 (2/7 0/3 1/1 3p 2d) – Lussignoli (ororosa) 4 (2/4 – – 1r 3p) – Ernani Locatelli (ororosa) 8 (2/6 0/1 4/6 2r 2p 2d) – Saglio (cucciago) 8 (2/4 0/1 4/5 4r 4p 2d 1a) – Resemini (geas) 4 (2/6 0/2 0/1 5r 1d) – Marino (carugate) 7 (3/3 – 1/2 1p 1d 2a) – Frosio (ororosa) (0/1 – 0/2 1r 2p 2d 1a) – Tempia (brixia) 10 (1/3 2/2 2/2 1r 3p) – Scalvini (azzurra bs) (0/1 1/2 2r 3p 1d) – Benedini (geas) 5 (2/5 – 1/3 1r 2p 7d 2a) – Diakhoumpa 7 (pro patria) 7 (1/4 – 5/9 2r 4p 7d 2a) – Serra (costa) 8 (4/6 – – 1r 5p 3d 4a)
Squadra l: 21/50 2/9 18/29 23r 33p 28d 12a

 

GREENS IN FINALE AL PAGNINI DI SAVONA DOPO UN’INTENSA GARA CON LA LIGURIA

Lo scorso anno con le 2004 in semifinale fu arrivo in volata e la spuntarono le padrone di casa, stavolta invece il foto finish premia le lombarde dopo una gara avvincente.

Greens subito avanti 7-2 grazie ad una tripla di Rotta che dirige bene l orchestra lombarda e va anche a segno propiziando il primo vero allungo sul  14-4 a meta tempo. Le luguri pero’ non stanno a guardare e trascinate dal duo Guerrieri/Vivalda rosicchiano qualcosa fino al 16-11 di fine primo quarto  mettendo a segno un parziale di 0-7 nei minuti finali mitigato solo da un canestro di Lussignoli proprio sulla sirena.

Le cose migliori le nostre le fanno vedere nel secondo quarto recuperando palloni ed impostando buoni contropiedi. Il vantaggio torna a dilatarsi con Benedini che trova buoni punti cosi’ come Tempia che con una tripla da il la ad un 8-0 nei 5 minuti finali di quarto che ci lanciano sul 34-19 all intervallo.

Sembriamo ripartire in controllo della gara, in 4’ portiamo a casa un 3-3, scavalchiamo il quarto a quota 40 (a 27) e sembriamo belle come il sole savonese.

Le ragazze locali pero’ si accendono improvvisamente e riescono a cambiare totalmente la gara, oltre al duo sopracitato crescono anche le altre e smarriamo il filo del gioco con 5 minuti da incubo che valgono uno 0-13 “santificato” da una tripla di Bagala’ che ci lascia come stoccafissi sul 40 pari della terza sirena.

Tutto da rifare quindi quando comincia l ultimo quarto e sembra di essere tornati a un anno fa. Il momento buio si protrae ancora per un paio di minuti dove incassiamo un ulteriore 0-6 (totale Liguria 19-0) che Ernani non riesce a limitare dalla lunetta ma cosa che, tra i sospiri di sollievo di coach Visconti, finalmente riesce a Resemini fresca 15 enne (auguri), che dalla lunetta finalmente toglie il muschio dal nostro punteggio.

Da qui cambia la nostra gara, cominciamo a difendere e prendere qualche rimbalzo, l’altra sestese, Benedini, sale in cattedra e inanella un impressionante serie di recuperi seppur vanificati con appoggi sciagurati da sotto a chiusura contropiede (ne sommerà’ 11 alla fine di palle scippate) e  ritorniamo a stretto contatto. Non ci spaventa nemmeno una triplona della solita Guerrieri (17 i suoi punti) che al 35’ vale il 49-44 per le liguri perchè prima un recupero ed appoggio di Resemini e poi una doppietta della rediviva Rotta ci fan rimettere il nasino avanti: 51-50 a 1’44” dal termine.

Manco a dirlo sofferenza finale ma nonostante la stanchezza per la levataccia e le tossine dell’allenamento  mattutino di coach Lucchesi riusciamo a portarla a casa  grazie ancora ad un paio di super recuperi ed alla tripla della sicurezza firmata ancora Amelia Rotta. Finisce 55-50 e domani sara’ finale contro le piemontesi che, mimetizzate con una strana maglia ligure, vincono facile di uno contro un tosto Veneto grazie a due errori in appoggio nel finale.

I tabellini:

Rotta (costa) 16 (4/11 2/7 2/2 2r 5p) – Lussignoli (ororosa) 2 (1/5 4p 1d 2a) – Ernani Locatelli (ororosa) 5 (2/4 – 1/4 1r 2p 1d 1a) – Saglio (cucciago) 2 (1/4 1p 1d 2a) – Resemini (geas) 8 (1/5 0/2 6/8 4r 2d) – Marino (carugate) 3 (1/2 – 1/2 2r 2 2d 1a) – Frosio (ororosa) (0/1 – 0/2 1r 1p 2d) – Tempia (brixia) 3 (0/7 1/2 – 1r 3p 2d 2a) – Scalvini (azzurra bs) 1 (0/4 0/1 1/2 1d 1a) – Benedini (geas) 8 (3/11 – 2/8 11r 4p 6d) – Diakhoumpa (pro patria) 5 (2/3 – 1/2 2r 3p 5d 1a) – Serra (costa) 2 (1/2 – 0/2 2a). Squadra l: 16/59 3/12 14/32 24r 25p 25d 11a

B R A V E !!!!